Prepara il tuo viaggio lungo la Ruta 40, all’insegna del vino e del comfort

La Strada del Vino, associata alla Ruta 40 argentina, offre agli amanti del vino innumerevoli possibilità di degustare uno dei migliori vini del mondo.

Con i suoi oltre 5.000 km di lunghezza, la famosa Ruta Nacional 40, che attraversa l’Argentina da nord a sud, unisce alcune delle regioni che producono uno dei principali gioielli gastronomici del paese, il vino. Percorrendo la Ruta, i visitatori vengono trasportati in un mondo idillico, dove tutto funziona alla perfezione: il dolce scorrere dell’acqua lungo i tipici canali d’irrigazione, il cielo cristallino, e la Cordigliera delle Ande a completare questo quadro da sogno.

Iniziando il viaggio dal nord dell’Argentina, il punto di partenza è la provincia di Salta, dove i vigneti si estendono per oltre 3.300 ettari tra Cafayate (dove si trova il Museo del Vino, un’esperienza quasi obbligatoria per gli amanti del vino), San Carlos, Cachi, Molinos e La Viña. Zone ottimali per la coltivazione e la produzione di Torrontés e di altri vitigni come il Cabernet Sauvignon, Malbec, Tannat, Bonarda, Syrah, Barbera e Tempranillo.

Uno dei fattori che maggiormente influisce nella produzione del vino in questa regione è l’alta quota delle valli in cui si trovano i vigneti. Nelle Valli di Calchaquíes, ai piedi della Puna di Salta, troviamo vigneti ad altitudini comprese tra i 2.300 e i 3.111 m, un fattore che conferisce al vino ottenuto da questi vigneti un sapore, un aroma e un colore più intensi.

Addentrandoci nella regione di Cuyo, raggiungiamo Mendoza, nota come una delle “Grandi Capitali mondiali del Vino”, culla del Malbec e membro della rete Grate Wines Capitals. Il clima e il suolo che la caratterizzano sono ideali per la produzione del vino, formando un’imponente oasi di vigneti, montagne e un’atmosfera limpida, dove spiccano luoghi come Luján de Cuyo, Maipú e Valle de Uco. A completare l’itinerario troviamo San Rafael, una città che si raggiunge imboccando la Strada Nazionale 143, dove i visitatori possono godere non solo delle sue tradizionali cantine, ma anche della sua offerta di turismo d’avventura a Los Reyunos, o aumentare i livelli di adrenalina facendo rafting attraverso il Canyon Atuel.

Il viaggio termina nella Patagonia argentina, dove possiamo visitare Neuquén, Río Negro, La Pampa, dove vengono realizzati progetti vinicoli di grande importanza, e la città di Sarmiento, nella provincia del Chubut, che ospita i vigneti più a sud del mondo.  Con un calice di vino in mano, questa tappa permetterà ai visitatori di godere di valli incastonate tra montagne andine, laghi e fiumi cristallini, con un microclima assolutamente unico. 
Scarica le immagini qui: https://cutt.ly/1j4b2Tu

Per ulteriori informazioni, materiale grafico e interviste:  

Maria José García – mjgarcia@cciba.net 

Cristina Mateo – cmateo@cciba.net 

Carmela Noriega – cnoriega@cciba.net 

Sandra Martín – smartin@cciba.net

Telefono: +34 91 575 71 21